ape sul fiore

Adozioni chiuse!

Purtroppo è così, le adozioni per il 2021 sono chiuse.

Volevi che fosse un anno particolare, 25 anni di apicoltura?  Eccoti accontentato!

Mai era successo che al 6 maggio il miele prodotto delle api fosse pari a ZERO.
Da inizio aprile ad oggi il tempo è stato difficile per le api: le gelate del 6/7 aprile hanno bruciato le gemme di tante varietà di piante.
Acacie in fiore ne vedete? No.
Gelsi in fiore? No.
Campi gialli di colza ne vedete? No.

…mentre scrivo ci sono 8 gradi di temperatura e le api, a diversi apicoltori, sono morte di fame…a maggio…MAI successo! Così è in tutto il nord Italia.
Quindi, a MALINCUORE, devo chiudere le adozioni, dopo solo due mesi, anche questo è un record.

Con domenica 9 maggio le adozioni sono chiuse. Vi chiedo, per chi non lo avesse ancora fatto, di NON EFFETTUARE PIU’ ADOZIONI, il rischio è di non poter accontentare tutti.
Scusate molto.

 

Programma per SABATO 29 maggio:
visita al laboratorio di smielatura nella sede di Billerio, (Magnano in Riviera), Via Prampero 100.
Dovrete parcheggiare in Via degli Alpini, presso il campo sportivo, area giochi, poi fare una camminata di 300 metri verso nord.
In questo momento, per motivi di sicurezza, possiamo accogliere due gruppi da 15/20 persone l’uno, alle ore 10 e alle ore 11. E’ necessario pertanto prenotarsi ed indicare l’orario in cui si intende effettuare la visita.
Non preoccupatevi se non riuscirete a partecipare questa volta, perché SABATO 19 giugno si replica.

 

adotta-un-alveare-bio

Storie di amore

STORIE DI AMORE TRA LE PIANTE CHE NON POSSONO ABBRACCIARSI E QUINDI HANNO BISOGNO DI QUALCUNO CHE FACCIA LORO DA TRAMITE!

Nasce così il nettare degli dei, che poi si trasforma in miele per noi terrestri.
Io non vorrei tediarvi con: le api non stanno bene ecc ecc, ma cosi è ..

Marzo è diventato il mese nero per le api, inizia un po’ già a febbraio, poi tu pensi di iniziare la stagione insieme a loro e invece porti a casa cadaveri 30%-40% nelle nostre zone. Perché? Come ve lo spiego?

“Io vado a vivere in una discarica di rifiuti tossici dopo 10 anni faccio una figlia, come pensate che nasca?
Secondo me già con dei problemi, lei dopo 20 anni che vive in questa discarica fa nascere un/a figlio/a.
Secondo voi come nasce? Un paio di generazioni e di sicuro il nostro corpo la nostra mente non sono più quelle di una volta.

Con le api non servono tutti questi anni. Perché marzo? Perché l’inverno si rallenta tutto nel loro mondo, poi quando iniziano ad uscire dal loro semi letargo ricominciano i guai, ma tu mica li vedevi questi problemi ad agosto, settembre e ottobre scorso …

Poi arriva questo freddo di aprile mentre c’ è la fioritura dei ciliegi, del tarassaco, dei meli. ECCHESFIGA !!!
Come dissi tempo fa: ” le api non ti tradiscono mai ” e io ci credo.
Allora vado avanti sapendo che la nostra simbiosi porterà qualcosa di buono anche quest’anno.

azienda canais vendita diretta miele

25 anni di apicultura bio

25 ANNI DI APICULTURA BIO!!!

  • 1992 primi incontri con le api
  • 1996 i miei primi 8 alveari bio
  • 2003 nasce l’azienda Canais
  • 2008 nasce Adotta un alveare bio
  • 2021 25 anni di apicultura bio

Come dice il proverbio: di miele sotto i ponti ne è passato tanto. Momenti belli, momenti meno belli, momenti felici ed altri tristi… Felice di essere arrivato fino a qui. Un traguardo importante che dà forza al mio voler essere il maggiordomosolodelleapi.

Marzo 2021, ormai da 14 anni è il mese in qui iniziano le adozioni. Per chi fosse interessato ci contatti, noi ci siamo.
Giulianomaggiordomosolodelleapi
staff Canais

  • mielizia

14esima edizione di Adotta un alveare bio

Febbraio: la rinascita dell’alveare!

Siamo quasi pronti per la quattordicesima edizione di Adotta un alveare bio.
Come le api pian piano si risvegliano, noi riprendiamo pian piano ad essere attivi.
Voi preparatevi, che con lunedì primo marzo iniziano le adozioni 2021.
Da noi anche i gatti sono in attesa.

  • apiari
gatto e api

Intanto l’inverno procede così..

Intanto l’inverno procede così, con belle famiglie di api e grande amicizia tra api e gatti. Sotto la neve pane ..
E’ un detto antico, sarà cosi? Non resta che aspettare la nuova stagione apistica.

Intanto ricarico le batterie con buone letture e belle camminate sulla neve, ma anche pitturando arnie, facendo candele di cera, pulendo le attrezzature e varie manutenzioni. Il riposo dell’orso.

Ricordatevi che a marzo si riparte con le adozioni 2021!

fiore

Dai alle api una possibilità

É la tua eredità.
É nelle api il tuo futuro. Dagli una possibilità.
Dai alle api una possibilità.

Quindi alla fine di un anno che ricorderemo come quello delle adozioni senza attività e festa per gli adottatori, facciamo che il prossimo per chi ci sarà, sarà un anno di api, di miele, di miele ancora .. e di sorrisi.

Come stanno le api? Per ora tutto ok, grazie 🙂

giulianomaggiordomosolodelleapi e lo staff Canais vi augurano dolci feste!!!

  • azienda canais
api dettaglio

La stagione apistica 2020 è finita

La stagione apistica 2020 è finita, restano solo pochi dettagli per preparare le api all’inverno.
Tiriamo le somme? Stagione apistica dignitosa, di miele le api ne hanno fatto, non grandi raccolti, ma meglio degli anni passati. Le api stanno abbastanza bene, meglio degli anni passati.
Dovrei essere contento e lo sono, ma non bisogna abbassare la guardia, anzi si deve vedere sempre di loro, costantemente.
Ringrazio tutti gli adottatori per il bel sostegno che danno a questa azienda e a questo progetto che, per come è strutturato, è unico.
Anche quest’anno non abbiamo potuto accontentare le tante persone che volevano adottare, questo ci dispiace, ma ci da anche la voglia di migliorare.
Ora viene per me il tempo della lettura e del fare con lentezza.
Un forte saluto a tutti.

P.S. Ci sono ancora degli adottatori che non sono venuti a ritirare il miele.
Contattateci per accordarvi con Giuliano per la consegna.
Grazie

  • miele bio
alveare

Miele nettare degli dei

Così dice Corrias: con il cuore che sanguina si può fare una cosa…versarci sopra miele d’amore…nettare degli dei.
E noi che pensavamo che il miele facesse bene solo per il corpo.
Un altro modo di stare con le api, un altro modo di stare con il miele.

Siamo ad agosto, la stagione delle produzioni del miele per noi e voi sono finite, ora proviamo a fare in modo che le api arrivino alla prossima primavera nelle condizioni migliori, quindi ad agosto e settembre non si deve sbagliare, bisogna fare in modo di avere famiglie sane, tante api, tante scorte di miele e polline.

I mieli che riceverete quest’anno sono: colza, millefiori, castagno, castagno/tiglio, acacia e ailanto.
Essendomi avanzate delle etichette dello scorso anno, etichette non miele, troverete le etichette dei mieli di acacia, tiglio, castagno/tiglio e ailanto, con scadenza 2020. Spero non sia un problema, ma dato che costano un botto, mi piange il cuore buttarle via.

CONSEGNA MIELE: DOMENICA 27 SETTEMBRE faremo la festa degli adottatori presso l’azienda Le uova di Cocò a Moruzzo, (maggiori dettagli a settembre).
Per chi non riesce a venire, vi diamo un’altra possibilità, SABATO 3 OTTOBRE potrete ritirare il miele in azienda a Billerio dalle ore 10 alle ore 16.
Segnatevi in agenda questi due appuntamenti!
Le spedizioni del miele, per chi risiede fuori regione, verranno fatte la settimana dal 5 al 9 ottobre. A tal proposito vi chiedo di confermarci gli indirizzi di spedizione.

Le api non ti tradiscono mai

LE API SI, NON TI TRADISCONO MAI…MAI!!
Succede anche questo, di scoprire che le api non ti tradiscono mai…mai!!
Loro sanno che con il maggiordomo o senza il maggiordomo devono cavarsela da sole, e lo sanno fare bene, visto che esistono come insetti da secoli.

La bomba d’acqua dei primi di giugno, le piogge successive, il divieto di vistare le api quando è in fiore il castagno, (almeno che tu non voglia farti del male), così accade che nelle Valli del Natisone non visito le api per più di un mese e penso: miele ne faranno poco, le famiglie non sono bellissime, mi accontenterò di quel poco che troverò.

Vado a visitarle a metà luglio senza preparare la schiena, ed ecco la sorpresa, il regalo, il dono, l’unica che si lamenta a fine giornata è la schiena. Non solo c’é tanto miele per me e per voi, ma anche per loro. Tante, tante api dentro ogni alveare e la domanda sorge spontanea: ma da dove vengono tutte queste api?
Non vedevo famiglie così numerose da tanto tempo e il sorriso a 52 (cinquantadue) denti, parte da solo.
Grazie, quindi, di esistere!!
Grazie, quindi, di non tradire!!

P.s. chiudiamo le adozioni il 31 luglio…purtroppo.

P.p.s. il sorriso a 52 denti so che non esiste!!

ape

Miele nel vino tu sei piccola Venere

Come è andata la stagione? Mi chiede un apicoltore. Basito rispondo: ma siamo a giugno, ci sono ancora altre fioriture. Lui mi dice: se hai fatto miele di acacia allora è andata bene. Doppiamente basito vado a trovare le mie api. Il silenzio degli scorsi mesi non c’è più e anche loro se ne accorgono, sono nervose, le regine nuove non si fecondano bene (vuol dire che da principesse diventano regine, così lo spiego ai bambini/e ).

Dopo il raccolto di miele di acacia, le api ci hanno donato il miele di Amorpha fruticosa (poco) e Ailanto (pochino). Ora le fioriture di tiglio e castagno sono presenti nei nostri boschi (andrà tutto bene), vi ricorda qualcosa? 😁

Sono giornate molto intense, tra api e laboratorio non si finisce mai. Che ci sia sole o pioggia, il lavoro non mi manca.

Le api stanno meglio, ma ci sono delle famiglie che ancora soffrono dello spopolamento che hanno avuto ad aprile. Spero di riuscire ad aiutarle a stare meglio prima della fine della stagione apistica, se lo meritano!

Fra non molto vedrete tanti campi di girasole in fiore e penserete: che bello, nettare per le api! Invece resteremo delusi, sono girasoli alto oleici selezionati per produrre più olio, quindi non producono nettare. Solo il buon Nadalutti Renzo ha  seminato 4 ettari di girasole classico. Porterò le api anche li, vediamo se nasce qualcosa di bello…

  • alveare